Giro web dell'Italia universitaria

Abbiamo raccolto in una pagina web le modalità con cui molte Università si sono organizzate
– in un periodo di distanziamento sociale – per stare "lontanimaconnessi".

Abbiamo dimenticato qualcuno? Segnalate alla redazione le vostre pagine a: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 

 

Tanti sono gli studenti fuori sede, in buona parte anche stranieri, che stanno trascorrendo questo periodo di emergenza lontano dalle famiglie. L’Università di Trento ha pensato a loro, attraverso il progetto radiofonico "Quarantine Radio", in lingua inglese.

https://webmagazine.unitn.it/news/ateneo/77480/al-via-quarantine-radio-il-progetto-radiofonico-in-inglese-per-la-comunit 

L’Università “Ca' Foscari” di Venezia ci consente di fare, almeno virtualmente, il giro del mondo tra gli Alumni in lockdown. Come rispondono New York e Dubai all’emergenza Coronavirus? E Londra e Parigi?

https://www.unive.it/pag/14024/?tx_news_pi1%5Bnews%5D=8850&cHash=0169f938a2560d42b18272090c99f77b

https://www.unive.it/pag/14024/?tx_news_pi1%5Bnews%5D=8837&cHash=631d94e88f6d94ca02f285e739a86fb5
 

Anche l'Università di Palermo pensa ai suoi studenti attraverso il servizio Chat delle Segreterie Studenti, in grado di fornire assistenza online su svariate tematiche che vanno dalle procedure di iscrizione alle richieste di certificati, dalle fasi di modifica del piano degli studi alle informazioni sulla contribuzione studentesca.

https://www.unipa.it/UniPa-avvia-il-servizio-Chat-delle-Segreterie-Studenti/

 

Ricchissima è l’offerta online di corsi di didattica trasversale dell’Università Statale di Milano, volta a favorire la conoscenza dei sistemi di valorizzazione dei risultati della ricerca, della tutela della proprietà intellettuale e le implicazioni etiche della ricerca, al fine di valorizzare e accompagnare i dottorandi durante il proprio percorso di formazione alla ricerca.

https://www.unimi.it/it/studiare/frequentare-un-corso-post-laurea/dottorati-di-ricerca-phd/seguire-il-percorso-di-studi/competenze-trasversali

 

Non facciamoci intimidire dagli effetti della quarantena sul nostro fisico. Ci pensa l’Università di Verona, attraverso i propri docenti e istruttori di Scienze Motorie, a mantenerci in forma a distanza, con un programma per tutta la famiglia: fitness, attività fisica adattata, bambini, sport. Le attività, fruibili da tutti, sono calendarizzate durante tutta la settimana, dal lunedì al venerdì, ogni mattina alle 10.

http://www.univrmagazine.it/2020/04/17/allenarsi-a-casa-univrsport-per-tutti/

 

E la mente reggerà agli effetti dell’isolamento da pandemia? L’Università di Padova ha posto la propria attenzione sugli aspetti psicologici che, nel periodo attuale, ci portano ad adottare nuove strategie per incrementare l’automotivazione e per fronteggiare una condizione di malessere che può comprendere risvolti alienanti. Attraverso il software Zoom è poi possibile seguire una serie di seminari settimanali di carattere divulgativo in grado di accendere la curiosità verso alcuni temi della psicologia e delle neuroscienze.

https://ilbolive.unipd.it/index.php/it/news/covid19-nostra-psiche-durante-dopo-lemergenza

https://ilbolive.unipd.it/it/node/9200

 

Le scuole, più delle università, si sono trovate a fronteggiare un nuovo modo di erogare la didattica. Con tale consapevolezza, la Scuola Normale di Pisa ha deciso di proporre alle scuole secondarie di secondo grado il percorso didattico La Normale va a scuola”, ribattezzato da Repubblica “Il prof in affitto”: docenti e ricercatori della Normale si rendono disponibili per tenere lezioni a distanza alle classi interessate, su argomenti e approfondimenti del programma scolastico.

https://www.sns.it/it/normale-va-scuola-un-aiuto-alle-scuole-ditalia-0

https://firenze.repubblica.it/cronaca/2020/04/23/news/il_prof_in_affitto_e_un_successo_-254774574/

 

Non è da meno l’Università di Sassari che, mediante "Unisslive - Il virus della conoscenza", realizza un programma di incontri online che permette all'Ateneo di continuare a svolgere il proprio ruolo di indirizzo e supporto culturale anche in tempi di emergenza coronavirus. L'iniziativa si rivolge a bambini e ragazzi, per i quali le misure di contenimento hanno rappresentato uno stravolgimento in termini di quotidianità, esigenze di socialità e possibilità di accesso a stimoli culturali, sportivi e artistici.

https://www.uniss.it/node/9985

Area dedicata alla didattica a distanza di Uniss:
https://www.uniss.it/didattica/servizi-agli-studenti/didattica-distanza

La quarantena forzata ha messo a dura prova anche i docenti universitari, come questo professore “all’antica” dell’Università di Bergamo che ha dovuto imparare a fare lezioni online e che si racconta sul Fatto Quotidiano, presente nella rassegna stampa dell’Università di Chieti e Pescara.

https://www.unich.it/sites/default/files/il_fatto_quotidiano_2_1.pdf

 

Per molte donne, e per i loro figli, che subiscono violenza dal partner la convivenza forzata dettata dall’emergenza sanitaria ha reso ancora più grave la loro condizione. L’Università di Parma ha pensato ad una cartolina per le donne che subiscono violenza domestica. Si chiama “Non sei sola” ed è uno strumento informativo realizzato nella consapevolezza della complessità dell’emergenza coronavirus anche su questo fronte. 

https://www.unipr.it/sites/default/files/allegatiparagrafo/21-04-2020/non_sei_sola_02_1.pdf

 

Diversi, e spesso contrastanti, sono i pareri sulla metodologia didattica portati alla ribalta dal nuovo virus. Meglio in presenza o a distanza oppure un connubio delle due? Il prof. Aloisio dell’Università di Napoli “Federico II” analizza le esperienze e i risultati della sperimentazione avviata, con risultati di buon livello, in vari atenei. Antonio Deiara ci spiega invece i motivi per cui la didattica a distanza non possa sostituire l’aula.

https://formiche.net/2020/04/universita-distanza-qualita/

https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/04/06/la-didattica-a-distanza-non-puo-sostituire-laula-e-da-contratto-docenti-non-sono-obbligati/5761165/

 

Sempre in tema di insegnamento e, soprattutto, di valutazione nella formazione a distanza, è davvero illuminante questo video del prof. Trinchero dell’Università di Torino.

https://www.youtube.com/watch?v=Hd7qObu-CGA&feature=share&fbclid=IwAR2uJdW_Y_rIVJ0RaevyW_RIb-bwWmNFlicQ5JffE6eQ92gPjdkMxPew8bI

 

Un modo per interpretare al meglio la terza missione delle università è quello adottato dall’Università della Calabria, che sta unendo le forze per metterle al servizio della comunità, attraverso una raccolta fondi da devolvere al Paese.

https://www.unicalvscovid.it

 

Analogamente presso l'Università di Messina è stata avviata la raccolta fondi #DonaUnOraDelTuoLavoro, mediante la quale il personale tecnico-amministrativo, i docenti, gli specializzandi, i dottorandi e gli assegnisti possono devolvere in beneficenza il corrispettivo monetario di un'ora (o anche di più) del proprio lavoro, allo scopo di sostenere l’Azienda Ospedaliero-Universitaria "G. Martino”.

https://www.unime.it/it/slider/donaunoradeltuolavoro%C2%A0al-la-raccolta-fondi-favore-del-policlinico-e-delle-associazioni

 

In tema di terza missione non è da meno l'Università di Milano-Bicocca che, in questo periodo di difficoltà sociale che il Paese sta attraversando, apre le proprie porte, anche se solo virtualmente, a tutti i cittadini proponendo servizi, opportunità, momenti di incontro/confronto per supportare, grazie alle sue competenze interdisciplinari, i singoli ad affrontare la complessità del momento.

https://www.unimib.it/coronavirus-informazioni-e-servizi/bicocca-cittadinanza

 

L’Università di Catanzaro ha approfittato del periodo di emergenza per programmare riunioni scientifiche che, normalmente, sarebbero complesse da organizzare a costo zero. In quest’ottica si inserisce la nuova iniziativa gratuita e aperta a tutti “Life Science PhD Hot Topics”, dedicata a conversazioni, tavole rotonde o seminari con esperti che trattano argomenti di grande attualità scientifica.

https://web.unicz.it/it/news/85148/esordio-dell-iniziativa-on-line-life-science-phd-hot-topics-23-aprile-2020

 

C’è di tutto e di più nel catalogo di corsi open e gratuiti messi a disposizione dall’Università di Modena e Reggio Emilia.

https://learn.eduopen.org/eduopenv2/institution_details.php?institutionid=6&lang=it

 

La grande capacità di riorganizzazione che il sistema universitario nazionale sta dimostrando in questo momento di emergenza è evidente nella campagna #viciniadistanza lanciata dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, alla quale anche l’Università di Urbino ha aderito con un breve, bellissimo, video che testimonia la contaminazione perfetta tra città e ateneo.

https://uniamo.uniurb.it/crui-vicini-a-distanza-uniurb/

 

Ormai anche gli atenei si stanno attrezzando per affrontare la fase 2. In Lombardia si è svolta, qualche giorno fa, la prima riunione con i rettori delle principali università regionali che ha dato il via ufficiale alla cabina di regia tripartita (Rettori, Imprese e Sindacati) istituita dalla Regione Lombardia per la fase 2, quella della ripartenza dopo la lunga chiusura forzata per limitare la pandemia da Covid 19.

https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/20_aprile_14/dialogo-rettori-imprese-sindacatiuna-cabina-regia-la-ripartenza-5bbcf46e-7e24-11ea-9d1e-3b71f043fc58.shtml

 

Verso Ovest, gli Atenei Piemontesi, con il coordinamento del Politecnico di Torino, hanno nominato cinque gruppi di lavoro per l’elaborazione di proposte su strumenti e procedure per una ripresa in sicurezza delle attività lavorative. Le linee guida che sono state delineate forniranno indicazioni precise su come gestire la riapertura delle aziende: dalla gestione di ingressi, turni e spazi alla distanza interpersonale da adottare in relazione alle superfici dei locali, all’organizzazione degli ingressi e degli spazi grazie anche all’adozione di dispositivi di monitoraggio non invasivo nel rispetto della privacy, alla suddivisione dei lavoratori in squadre. 

https://www.regione.piemonte.it/web/pinforma/comunicati-stampa/fase-2-dal-piemonte-un-vademecum-per-far-ripartire-paese-sicurezza

 

Una vera e propria task-force è quella varata dall’Università di Perugia: il GOS, Gruppo Operativo di Supporto istituzionale, squadra "speciale" che ha già consentito di portare avanti la campagna dei tamponi e dei test brevi in grado di produrre reagenti a tempo di record su richiesta della macchina sanitaria regionale. Nella fase 2 il ruolo dell'Università sarà fondamentale, dal momento che saranno eseguiti test-rapidi per andare a caccia degli asintomatici e arginare il ritorno di fiamma dei contagi.

https://www.perugiatoday.it/cronaca/virus-unipg-gos-fase-2-strategia-task-force-regionale-umbria.html

 

Anche l'Università degli Studi di Ferrara in questo periodo di emergenza sanitaria ha attivato tantissime iniziative per le studentesse e per gli studenti. #UnifeRestaOnLine #TuRestaACasa. Questo il messaggio che il nostro Ateneo ha lanciato già dall'inizio dell'emergenza Covid-19 alla  comunità universitaria. Dalle attività didattiche ai servizi di orientamento online, agli Open Day virtuali, a seminari, convegni, dibattiti a cui partecipare da remoto. E per esprimere la propria vicinanza anche alle studentesse e agli studenti impegnati in programmi di mobilità internazionale e attualmente all'estero, l'Università degli Studi di Ferrara deciso di intraprendere un viaggio virtuale in giro per il mondo, un viaggio tra le storie e le esperienze delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi, raccontate direttamente da loro. A questo link la prima puntata di questo "diario", a cui tante altre ne seguiranno.

http://www.unife.it/it/notizie/2020/persone/viaggio-studenti-allestero-davide-e-teresa

 

 

Il MUR adegua l'ordinamento didattico di Medicina e chirurgia

 

Il Ministro Manfredi ha adottato il DM 8/2020 con cui, in deroga alle procedure di cui all’art. 17, comma 95, della Legge 15 maggio 1997, n. 127, e conformemente all’art. 102 del D.L. 17 marzo 2020, n. 18, è stato adeguato l’ordinamento didattico della classe di laurea magistrale LM-41 Medicina e Chirurgia.

Le Università interessate, conseguentemente, dovranno adeguare i Regolamenti Didattici di Ateneo mediante specifico decreto rettorale che, in termini di valore abilitante del titolo accademico, produrrà immediatamente i suoi effetti per tutti i titoli rilasciati a partire dalla data del decreto stesso, ovvero il diploma di laurea magistrale in Medicina e Chirurgia (classe LM-41 Medicina e Chirurgia) rilasciato dall’Ateneo avrà in sé la doppia valenza di titolo accademico e di titolo abilitante ai sensi dell’art. 102, comma 1, del Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18. Tale doppia valenza dovrà avere evidenza testuale nei diplomi di laurea magistrale predisposti dall’Ateneo, nonché nelle eventuali certificazioni sostitutive dei suddetti diplomi rilasciate su richiesta degli interessati.

Nel frattempo è uscito il DM 61/2020 sulle modalità di svolgimento previste per i tirocinanti iscritti ai Corsi di Laurea Magistrale in Scienze della Formazione Primaria. Inoltre, con il DM 82/2020 il MUR interviene sui requisiti di docenza per le lauree triennali in Infermieristica, al fine di garantire una maggiore capacità di risposta in relazione all'emergenza in atto.

MUR - DM 82/2020  

MUR - DM 61/2020  

MUR - DM 2 aprile 2020, n. 8  

MUR Nota 14 aprile 2020, prot. n. 9758

Gazzetta Ufficiale 20 aprile 2020, n. 103

 

Una questione di... etichetta

AVVISO IMPORTANTE

Alcuni partecipanti alla nostra Comunità professionale hanno segnalato alla nostra Segreteria che le e-mail ricevute da team a volte finiscono nello spam.

In questi casi, consigliamo di rimuovere l'etichetta SPAM e di considerare ATTENDIBILE la nostra posta. Così riceverete tutte le nostre notizie settimanali.

Alla prossima.

   Il Team per la formazione

   https://www.comeniodm.it/formazione/team.html

 

 

 

Manager didattici e smartworking

Il Dipartimento della Funzione Pubblica ha raccolto e aggiornato le FAQ sullo smartworking alla luce dell’attuale situazione di emergenza: Inoltre, ha anche reso disponibili i dati statistici provvisori, per ora limitati alle Regioni e Province autonome, relativi all'implementazione delle modalità di lavoro agile.

Funzione pubblica - FAQ sullo smartworking

Funzione pubblica - Dati sullo smartworking

 


Benvenuti in Comenio - Didattica & Management, il portale della Comunità professionale dei Manager didattici delle Università italiane.